In cucina e a tavola

Chef1 i

Riceviamo la presente recensione di Cristiana e i suoi amici:

A cena con lo Chef
In occasione del matrimonio di Giulia ed Alan, avrei dovuto organizzare nel mese di ottobre un corso di cucina. Allora pensai che si potesse organizzare al posto di un corso, una cena che avremmo preparato noi. Così chiesi a Claudio se era interessato a farla presso il suo B&B: la risposta è stata subito positiva e non ci sarebbero stati problemi a fare un menù con delle accortezze per un membro del gruppo e le sue allergie. Fantastico!
Sabato 15 ottobre siamo partiti in sei per Castelveccana, ad accoglierci abbiamo trovato Elena e Claudio con la figlia Emanuela. Malgrado avessimo un viaggio non troppo lungo, abbiamo deciso di goderci il weekend come consigliatoci da Claudio. Ci siamo subito sistemati nelle camere per metterci in tenuta comoda per procedere alla nuova esperienza. Alla partenza c'era un pò di tensione perchè nessuno a parte me sapeva cosa aspettarsi e soprattutto se avessimo mangiato alla sera dato che avevo lasciato un pò di suspence sul menù e il luogo. Unico conforto: la sicurezza di essere in ottime mani presso Elena e Claudio!
Raggiunta la cucina, il gruppo ha scoperto il menù e diciamo la verità, tutti avvolti da un'ansia generale:
Bresaola al caprino su soncino all'aceto balsamico
Pappardelle al ragù di cinghiale
Sella di capriolo in crosta di erbe fini con patate duchessa, fascette di fagiolini e broccoli brasati
Sottobosco gratinato allo zabajone
Ansia per l'ignoto subito al muro, Claudio con la sua passione ci ha messo a nostro agio creando un'atmosfera in cucina rilassata e molto familiare. Tra risate, consigli e trucchi del mestiere, abbiamo preparato la nostra cena inserendo una variazione a colmare la nostra golosità e su suggerimento di Claudio il filetto di capriolo è diventato un assaggio di tartare.
Dopo aver mangiato l'antipasto e il primo, in cucina abbiamo perso la collaborazione maschile .. la compagnia di una buona barbera e il bel camino creavano l'atmosfera giusta per non farli alzare dal tavolo; nel frattempo in cucina tra lo spettegolezzo bonario e le chiacchere femminili contagiose anche per Elena ed Emanuela, abbiamo proseguito con la realizzazione del piatto principale sempre sotto gli occhi vigili di Claudio. A pancia piena per l'ottima cena e qualche bicchiere di buon vino, siamo andati a coricarci, ma .. prima .. ancora qualche chiacchera e risata.
Il giorno dopo una magnifica colazione ci aspettava. Al termine di essa Elena e Claudio sono venuti al nostro tavolo e abbiamo chiaccherato ancora un bel pò prima di chiudere questa esperienza indimenticabile, in un ambiente familiare e professionale, dove abbiamo scoperto che la buona cucina deve essere il più semplice possibile e rispettosa delle materie prime utilizzate.
"Cosa posso dire sull'esperienza che è stata al di sopra delle mie aspettative?
Al nostro arrivo abbiamo trovato delle persone fantastiche che si sono messe a nostra completa disposizione e che ci hanno regalato dei bei momenti.
In questo ambiente disteso e familiare abbiamo avuto l'opportunità di sperimentare in cucina, metterci alla prova e vedere che con la giusta attenzione e amore per i piccoli dettagli si possono realizzare degli ottimi risultati. Questa esperienza ti fa apprezzare maggiormente la cucina in generale e oltre a creare il tuo piatto, il tuo menù, apprendi i vari processi che potrai comunque utilizzare nel tuo quotidiano anche non avendo una cucina professionale e senza essere dei master chef."
In conclusione un grazie di cuore a tutta la famiglia, ci auguriamo che la nostra esperienza positiva possa essere fonte di ispirazione per altri. Sicuramente torneremo di nuovo da loro.
Cristiana Junghi e amici

Ora al cibo viene attribuito una forza di attrazione per il corpo, per la mente e per lo spirito e non so ben dire quali nuove emozioni gli ospiti possono sperimentare con noi. Di sicuro trovarsi nel nostro B&B, in un ambiente in cui il calore umano, il sorriso, l'empatia, l'accoglienza, la professionalità dona loro ingredienti rassicuranti da subito nel farli sentire a casa e meglio che a casa.
Rendere gli ospiti partecipi e attivi, al di là del corso di cucina, stimolare gli ospiti a prendere dimestichezza con gli utensili da cucina, gli ingredienti, le materie prime, l'ambiente, i tempi di cottura, gli assemblaggi, la presentazione del piatto e tanto altro, permette loro di avventurarsi in un viaggio nella consapevolezza di sè stessi in primis, sulle proprie abilità, predisposizioni, limiti, illusioni, false credenze .. esempio si è sempre fatto così .. mi hanno detto che .. e in secondo luogo di rivalorizzarsi sull'esperienza avvenuta in termini di conoscenza, valore aggiunto e concretezza.

 

Galleria

Click per ingrandire

  • In_cucina
  • In_cucina_02
  • In_cucina_03
  • In_cucina_04
  • In_cucina_05
  • In_cucina_06
  • In_cucina_07
  • In_cucina_08
  • In_cucina_09
  • In_cucina_10
  • In_cucina_11
  • In_cucina_12
  • In_cucina_13
 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione